H. Beam Piper nacque 110 ani fa

H. Beam Piper
H. Beam Piper

Henry Beam Piper nacque il 23 marzo 1904 a Williamsport, in Pennsylvania, negli USA. Certe fonti indicano Horace come suo nome, una confusione generata da lui stesso. Pare che Piper non amasse il suo nome perciò nelle sue opere si firmava H. Beam Piper e diceva che la H. stava per Horace.

H. Beam Piper era fondamentalmente un autodidatta che aveva studiato da solo scienze e storia. Dopo aver fatto vari lavori, cominciò a fare lo scrittore nel 1947, con la pubblicazione del suo racconto “Molte volte, ripetutamente” (“Time and Time Again”) sulla rivista “Astounding Science Fiction”. Per parecchi anni, Piper scrisse per lo più narrativa breve e solo negli anni ’60 cominciò a scrivere regolarmente anche romanzi. Scrisse i romanzi “Crisi nel 2140” (“Crisis In 2140”) del 1957 e “Lone Star Planet”, conosciuto anche come “A Planet for Texans”, del 1958 assieme a John J. McGuire.

Nel ciclo Terro-umano, H. Beam Piper racconta la storia di 6.000 anni di storia umana futura. Molte storie di questo ciclo appartengono al filone della space opera ma in particolare quelle del Piccolo Popolo, “Il piccolo popolo” (“Little Fuzzy”) del 1962 e “Torna il piccolo popolo” (“Fuzzy Sapiens”, conosciuto anche come “The Other Human Race”) del 1964 sono più sofisticati, affrontando temi come la politica e l’economia oltre a quello militare.

Il secondo ciclo di H. Beam Piper è quello della Polizia Paratemporale, una serie di storia alternativa in cui un corpo di polizia è specializzato nei viaggi tra universi paralleli. Il romanzo più importante del ciclo è “Lord Kalvan d’Altroquando” (“Lord Kalvan of Otherwhen”) del 1965. Vari racconti appartenenti a questo ciclo vennero successivamente raccolti nell’antologia “I segreti del Paratempo” (“Paratime”) nel 1981.

Purtroppo, nel novembre 1964, H. Beam Piper si suicidò. La data esatta non è conosciuta perché scrisse le ultime note nel suo diario il 5 novembre e il suo corpo venne trovato secondo alcune fonti il 9 novembre e secondo altre l’11 novembre. I motivi di questo gesto non sono del tutto chiari ma pensava che la sua carriera di scrittore stesse fallendo e stava divorziando dalla moglie.

Alla fine degli anni ’70 cominciò una riscoperta delle opere di H. Beam Piper e nel corso degli anni vari autori hanno scritto romanzi che continuano sia il ciclo Terro-umano che quello della Polizia Paratemporale. Altri autori sono stati ispirati dalle sue opere e non si può evitare di chiedersi quante opere avrebbe ancora potuto scrivere se non si fosse tolto la vita.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *