Facebook acquista WhatsApp in un affare da 19 miliardi di dollari

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg
Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg

Facebook ha annunciato l’acquisizione di WhatsApp, la celeberrima applicazione di messaggistica istantanea per dispositivi mobili. Il prezzo che il social network di Mark Zuckerberg (foto ©Guillaume Paumier) pagherà di di 16 miliardi di dollari dei quali 4 miliardi in contanti e 12 miliardi di azioni Facebook. A questi vanno aggiunti altri 3 miliardi di dollari in azioni Facebook vincolate come bonus per i fondatori e i dipendenti di WhatsApp che verranno sbloccato quattro anni dopo la chiusura dell’accordo. L’amministratore delegato di WhatsApp Inc. Jan Koum entrerà nel consiglio di amministrazione di Facebook.

WhatsApp è un’applicazione oggi conosciutissima dato che si stima che ci siano 450 milioni di utenti attivi ogni mese dei quali il 70% è attivo ogni giorno. La società WhatsApp Inc. è stata fondata nel 2009 da Brian Acton e Jan Koum, l’amministratore delegato. L’applicazione creata da questa società ha avuto grande successo, anche perché è multipiattaforma perciò è disponibile su Android, iOS, BlackBerry, Windows Phone e altri ancora. Oggi come oggi miliardi di messaggi vengono scambiati tramite WhatsApp ogni giorno e l’applicazione guadagna circa un milione di nuovi utenti ogni giorno.

Quasi due anni fa, quando Facebook acquistò Instagram, il miliardo di dollari speso sembrò una cifra enorme. L’affare WhatsApp è enormemente più costoso, qual è il senso? WhatsApp ha una base di utenti enorme e in crescita ed è molto trendy anche perché tutto ciò che è social e mobile oggi è trendy. Un fattore importante da tenere in considerazione è che WhatsApp stava diventando un concorrente per Facebook, che per la prima volta nella sua storia sta vedendo i suoi utenti abbandonare il social network.

Per molti giovani, cioè quelli che costituiscono la stragrande maggioranza degli utenti WhatsApp, è diveentato più comodo comunicare tramite quest’applicazione su un dispositivo mobile piuttosto che andare su Facebook e usarne la chat. Secondo un’indagine, in alcune nazioni come l’India, il Brasile e il Messico WhatsApp è molto più popolare di Facebook.

C’erano voci di un interesse per WhatsApp da parte di Facebook ma anche da parte di Google già nel 2012. Ora la situazione era diventata tale che evidentemente Mark Zuckerberg e i suoi collaboratori hanno deciso che era necessario fare l’offerta che era impossibile rifiutare.

Almeno per il momento, WhatsApp dovrebbe continuare a funzionare in maniera indipendente da Facebook. Tuttavia, Mark Zuckerberg ha dichiarato che l’applicazione complementerà i servizi già esistenti di Facebook per chat e messaggistica istantanea. Insomma, se i giovani lasciano Facebook finiranno per tornarci per un’altra via. È una mossa assai costosa ma potrebbe essere quella migliore per Zuckerberg.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *