L’ESA rivela un pezzo del nuovo sistema satellitare di controllo del traffico aereo

Esempio di immagine del nuovo schermo interattivo del progetto Iris (Immagine ESA)

Esempio di immagine del nuovo schermo interattivo del progetto Iris (Immagine ESA)

L’ESA sta per mostrare un nuovo schermo interattivo che è parte del progetto Iris alla Air Traffic Control Global Exhibition and Conference ad Amsterdam tra il 6 e l’8 marzo.

Il progetto Iris viene sviluppato come parte del programma dell’Unione Europea chiamato SESAR (Single European Sky ATM Research), che ha punti in comune con il progetto americano NextGen (Next Generation Air Transportation System). Iris è anche un elemento del più vasto programma ARTES (Advanced Research in Telecommunications Systems), una collaborazione per la ricerca e lo sviluppo nel campo delle comunicazioni satellitari tra Unione Europea e Canada.

Il progetto Iris è un sistema di comunicazione satellitare che entro il 2020 dovrebbe permettere agli equipaggi nelle cabine di comando degli aeroplani di scambiarsi messaggi digitali con i controllori del traffico aereo in qualunque posizione essi siano.

Lo schermo interattivo, costruito dall’Università di Salisburgo, mostrerà i messaggi inviati dai controllori di volo e le risposte dei piloti. Diverse schermate mostreranno il punto di vista del controllore, quello del pilota e il traffico aereo coperto dal satellite.



Finora il traffico aereo continentale è stato gestito in maniera frammentata e le comunicazioni tra piloti e controllori sono state gestite via radio, come negli anni ’50. Il traffico aereo è in crescita e sono quindi necessarie nuove tecnologie per gestirlo in maniera efficiente ma anche più sicura grazie al fatto che la posizione dei vari aerei sarà conosciuta in maniera più precisa.

Grazie ad Iris e quindi al sistema SESAR di cui è parte, ci sarà un’integrazione nei sistemi di controllo aereo in Europa. La nuova gestione del traffico aereo dovrebbe permettere di migliorare la gestione delle rotte e quindi abbreviare i voli di alcuni minuti, con conseguente risparmio di carburante e quindi di riduzione nelle emissioni di CO2.

Il programma SESAR è ora nella fase di sviluppo, nel corso della quale i vari elementi tecnologici come Iris vengono prodotti. A partire dal 2014 è previsto l’inizio della fase di implementazione del nuovo sistema di gestione del traffico aereo.

Ci vorranno ancora alcuni anni prima che il sistema SESAR sia operativo, per ora possiamo cominciare a farci un’idea di come il traffico aereo verrà visto sul nuovo schermo interattivo.

About Massimo Luciani


See "About" page for information about Massimo Luciani aka NetMassimo, including the means to contact the author on social media.
Vedi pagina "About" per le informazioni su Massimo Luciani aka NetMassimo, inclusi i modi per contattare l'autore sui social media.
Google
This entry was posted in Tecnologia and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>