Shadrach nella fornace di Robert Silverberg

Shadrach nella fornace di Robert Silverberg
Shadrach nella fornace di Robert Silverberg

Nel numero 95 della collana Urania Collezione, pubblicato nel dicembre 2010, è stato ristampato il romanzo del 1976 “Shadrach nella fornace” di Robert Silverberg.

Questo romanzo è ambientato nel 2012, in un mondo unito sotto la dittatura di Genghis II Mao IV Khan, il quale ha stabilito la sua capitale a Ulan Bator. Le guerre batteriologiche degli anni ’90 hanno lasciato pesanti conseguenze nella fisiologia della gente. La classe dirigente che serve il dittatore può ottenere un vaccino che blocca gli effetti degenerativi ma le persone comuni rischiano di morire in qualsiasi momento a causa di terribili emorragie interne.

Il protagonista Shadrach Mordecai è il medico personale del dittatore, il quale ha ormai superato i novant’anni di vita per cui il suo compito è di monitorarne costantemente la salute attraverso una serie di sensori impiantati nel suo corpo e ovviamente di curarne qualsiasi problema di salute.

Il dittatore vuole raggiungere l’immortalità ma i trapianti di organi sono solo una soluzione temporanea perciò vengono sviluppati vari progetti ben più radicali: Fenice, per tentare di ottenere una rigenerazione delle cellule, Talos, per costruire un robot in cui trasferire la mente del dittatore, Avatar, per trapiantare il cervello del dittatore in un altro corpo umano.

Mangu è il giovane successore designato del dittatore ma in realtà è il suo corpo che interessa a Genghis II Mao IV Khan come nuovo ospite del suo cervello perché il progetto Avatar è quello più avanzato.

Questo tentativo di raggiungere l’immortalità viene narrato dal punto di vista di Shadrach Mordecai con i suoi dilemmi etici e i rischi che si corrono quando si lavora a diretto contatto con un dittatore che quindi può non essere contento del lavoro fatto. Questo romanzo è infatti stato scritto nel periodo più maturo di Robert Silverberg, quando l’autore si era rivolto maggiormente allo “spazio interno” ad esempio con i “romanzi delle metamorfosi”. In generale si tratta di storie in cui anche grossi avvenimenti vengono visti sotto il punto di vista di una singola persona della quale il romanzo sviluppa la psicologia.

Alcuni altri romanzi di Robert Silverberg sono più conosciuti ma per chi apprezza le storie in cui la componente psicologica è fondamentale “Shadrach nella fornace” è comunque un romanzo da leggere.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *