Il punteruolo rosso sta uccidendo le palme!

Femmina di punteruolo rosso
Femmina di punteruolo rosso

Negli ultimi giorni il celebre programma “Striscia la notizia” ha mandato in onda un paio di servizi riguardanti la minaccia del punteruolo rosso (fotografie ©Luigi Barraco), un insetto che divora le palme e negli ultimi anni sta provocando notevoli danni a questi alberi nelle città italiane. Già l’anno scorso “Le iene” avevano parlato di questa vera e propria piaga che sta provocando la morte delle palme.

Scientificamente il nome del punteruolo rosso è Rhynchophorus ferrugineus e si tratta di un coleottero curculionide originario dell’Asia sudorientale. In parole povere quest’insetto è una specie di scarafaggio caratterizzato dal lungo rostro ricurvo, particolarmente accentuato nel maschio.

Il commercio di palme infette ha portato alla diffusione del punteruolo rosso nel Medio Oriente e nella metà degli anni ’90 è stato segnalato per la prima volta in Spagna. Qualche anno fa è arrivato anche in Italia, dove ha potuto prosperare poiché la sua minaccia non è stata immediatamente riconosciuta.

Sostanzialmente si tratta di uno dei tanti casi in cui gli esseri umani hanno introdotto, a volte volontariamente a volte trasportandole senza volerlo, forme di vita estranee in un certo ecosistema alterandone l’equilibrio.

In realtà già nel 2007 il Ministero dell’Agricoltura aveva emesso un decreto che obbligava chiunque sospettasse o accertasse la comparsa del punteruolo rosso in aree ritenute indenni a darne immediata conoscenza alla struttura regionale di competenza. L’intenzione era soprattutto quella di fermare l’importazione di ulteriori palme infette, l’effetto sarà quello sperato?

Larva di punteruolo rosso
Larva di punteruolo rosso

Di fatto la minaccia è già presente in maniera massiccia sul territorio nazionale. Consideriamo che una femmina può deporre fino a duecento uova per volta e le larve scavano gallerie all’interno della pianta per nutrirsene, ovviamente danneggiandola.

Il ciclo vitale del punteruolo rosso dura tra le 7 e le 10 settimane e ciò significa che nel giro di qualche mese una coppia può teoricamente dare vita in poche poche generazioni anche a milioni di esemplari, un numero enorme di possibili larve che scaveranno altrettanti tunnel nelle palme con inevitabili effetti devastanti.

Per debellare il punteruolo rosso è necessaria innanzitutto un’adeguata sensibilizzazione tra la gente per scoprirne la presenza il prima possibile e per spingere le autorità competenti a prendere le misure necessarie a combattere la loro infestazione.



Ovviamente nelle nostre città e non solo ci sono già tanti problemi perciò non si può neppure pretendere che cittadini spesso già stressati per altri motivi si mettano ad esaminare le palme ogni volta che escono di casa però è davvero un peccato vedere i viali, i parchi e i giardini di tante città deturpati dalla proliferazione del punteruolo rosso.

Infine non posso che registrare il fatto che ancora una volta a parlare di un problema serio siano trasmissioni come “Le iene” e “Striscia la notizia” mentre i telegiornali “seri” danno spazio a reality show e vicende amorose e giudiziare di personaggi più o meno famosi.

2 Comments


  1. Sono un agricoltore siciliano e da un anno circa curo le mie palme attaccate dal punteruolo rosso. In quest’anno penso di avere intuito il modo di diagnosticare l’attacco del punteruolo rosso analizzando visivamente i rami della palma. Intervenendo prontamente la palma può esser difesa da quell’attacco. Alla fine di Agosto 2010 guardando i rami della palma ho capito che c’era un nuovo attacco. Guardando da vicino ho trovato di nuovo il punteruolo. Prontamente ho ripreso la cura a base di insetticida l’indomani ho trovato due punteruolimorti.
    Le palme possono essere salvate anche se è in corso una infestazione.
    Per quanti volessero contattarmi la mia mail -salpicci50@alice.it cell, 3203844704 Salvatore Piccolo -Carlentini – SR – Sicilia.
    Ps.
    E’ inteso che non esiste un intervento risolutivo.
    Dopo il primo attacco scongiurato ne può benissimo seguire un altroed un’altro ancora.

    Reply

    1. Vista la situazione ogni contributo può essere utile per sconfiggere il punteruolo rosso!

      Reply

Leave a Reply to Salvatore Piccolo - Sicilia Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *