60 anni di Peanuts

60 anni fa apparve per la prima volta la striscia di fumetti Peanuts di Charles Schulz, pubblicata fino al 13 febbraio 2000, il giorno dopo la morte dell’autore.

Questo celebre fumetto ebbe origine da un precedente lavoro di Charles Schulz intitolato Lil’l Folks che comparve sul giornale della città natale dell’autore, il St. Paul Pioneer Press, tra il 1947 e il 1950. Quando il nuovo fumetto più elaborato cominciò ad essere pubblicato dalla United Feature Syndicate il nome venne cambiato in Peanuts per evitare confusione con altri fumetti celebri nello stesso periodo.

I personaggi originali sono Charlie Brown, Shermy, Patty (da non confondere con Piperita Patty!) e il cane Snoopy. Nel corso degli anni nuovi personaggi vennero introdotti come ad esempio Violet, Piperita Patty, Schroeder e la coppia di fratello e sorella Lucy e Linus van Pelt, che all’inizio erano molto piccoli per poi arrivare ad un’età vicina a quella di Charlie Brown.

Nel corso degli anni Snoopy acquistò maggior spazio, anche con le avventure che viveva nella sua fantasia in cui ad esempio era un asso dell’aviazione durante la I Guerra Mondiale.

Grazie alla loro fama non solo i Peanuts vennero raccolti in libri ma vennero anche adattati in cartoni animati, dove appare anche la ragazzina dai capelli rossi amata da Charlie Brown, e perfino in alcune rappresentazioni teatrali.

Anche se nel corso degli anni altri fumetti hanno avuto grande successo facendo concorrenza ai Peanuts questi ultimi rimangono molto amati, anche per i temi che vi vengono trattati: infatti, nonostante i personaggi siano bambini e animali le cose che dicono riguardo a scienze, arti, religione ed altri argomenti sono molto intelligenti, semplici ma profonde.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *