R.I.P. Tony Curtis

Tony Curtis
Tony Curtis

Ci lasciati nella notte il grande attore Tony Curtis. Nato il 3 giugno 1925 da una famiglia di immigranti ebrei ungheresi col nome Bernard Schwartz, Curtis servì nella Marina americana durante la II Guerra Mondiale e dopo il congedo studiò recitazione a New York.

L’esordio di Curtis come attore avvenne nel 1949 interpretando un ballerino di rumba nel film “Doppio Gioco”.

Attore eclettico, Curtis ebbe ruoli drammatici in film come “Piombo rovente”, “La parete di fango”, “Spartacus” e “Lo strangolatore di Boston” ma anche ruoli brillanti in commedie come “Operazione sottoveste” e “A qualcuno piace caldo”. Ovviamente questi sono solo alcuni dei film più conosciuti della sua lunghissima carriera.

Curtis ebbe anche una discreta carriera televisiva, dove viene ricordato in particolare per la serie “Attenti a quei due” in cui assieme a Roger Moore si destreggia tra vari intrighi e belle donne.

A partire dagli anni ’80 Curtis ridusse notevolmente i suoi impegni come attore per trasformare l’hobby della pittura in una vera e propria professione con un certo successo visto che i suoi dipinti sono esposti in parecchie gallerie in giro per il mondo e addirittura al Metropolitan Museum di Manhattan.

La sua vita privata è stata avventurosa quanto se non più di quella lavorativa avendo avuto ben sei mogli dalle quali ha avuto vari figli: la più nota è Jamie Lee, a sua volta attrice, avuta dalla prima moglie, la star di Psyco Janet Leigh.

A dispetto del nome d’arte americano Curtis non ha mai dimenticato le sue origini ungheresi, tanto da aver fondato nel 1998 la “Emanuel Foundation for Hungarian Culture”, della quale fu anche presidente onorario.

Curtis aveva avuto diverse malattie polmonari nel corso degli ultimi anni di vita e nel 2006 era stato anche in coma per diversi giorni: probabilmente il suo fisico era ormai debilitato e nella notte americana è deceduto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *