12 anni di Google

Google nasce 12 anni fa da un’idea sviluppata a partire dal 1996 di Sergey Brin e Lawrence (Larry) Page presso l’università di Stanford. Era l’epoca del grande sviluppo del web in cui stavano nascendo vari motori di ricerca: nei risultati il ranking era in genere dato contando quante volte i termini apparivano nelle pagine ma Brin e Page svilupparono il loro progetto di ricerca utilizzando un algoritmo matematico che analizzava i rapporti tra le varie pagine web creando il famoso PageRank di Google.

Nel 1998 Brin e Page arrivarono da una parte alla fine del loro progetto di ricerca e dall’altra alla fondazione di Google. In matematica viene chiamato googol il numero 10^100, ovvero il numero uno seguito da cento zeri.

L’anno successivo Brin e Page offrirono Google all’allora concorrente Excite per un milione di dollari ma l’affare non andò in porto, i due riuscirono successivamente a trovare vari finanziatori per cifre ben maggiori e l’azienda si trasferì a Palo Alto in un complesso conosciuto come Googleplex, un altro gioco di parole matematico in quanto si riferisce al termine googolplex che indica un numero pari a uno seguito da un googol di zeri. Come si suol dire, il resto è storia.

In breve tempo Google divenne il punto di riferimento tra i motori di ricerca e per mantenere la home page pulita che ne era diventata uno dei simboli ma anche per continuare ad offrire la stessa qualità di servizio cominciò ad offrire link sponsorizzati. Nel corso del tempo la pubblicità di Google divenne un business a parte con l’offerta di annunci che i webmaster affiliate potevano inserire nei loro siti ma nella sua straordinaria crescita Google ha ampliato la sua attività in molti altri modi con servizi come Gmail, Google Libri, Blogger e il Google Project Hosting ma anche offrendo software come le varie Google Apps, Picasa e più recentemente il browser Google Chrome. Inoltre Google è il leader nello sviluppo del sistema operativo Android e sta sviluppando Chrome OS.

Oggi Google è un’azienda enorme diffusa in tutto il mondo ma molta gente è preoccupata perché è quasi il monopolista tra i motori di ricerca e attraverso le ricerche dei suoi utenti e servizi come Google Analytics può tracciare le attività della gente. D’altra parte c’è invece chi sostiene che l’era di Google stia già tramondando e stia nascendo l’era di Facebook. Magari domani nascerà un’altra azienda che offrirà un nuovo tipo di servizio che fra qualche anno diventerà il punto riferimento su Internet: l’evoluzione tecnologica è talmente veloce che le cose possono cambiare ad una velocità incredibile!

Ovviamente il fatto che un monopolio possa durare solo qualche anno non vuol dire che debba essere lasciato libero di agire ma un utente che tenga il cervello acceso su Internet ha sempre libertà di scelta e può esercitarla pesandone i pro e i contro mentre i cosiddetti utonti andranno sempre dietro ai prodotti / servizi di moda a prescindere dal fatto che siano materiali o virtuali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *